Inviato da : Admin - Domenica, 20 Giugno 2004 - 22:30

PER LA PACE: A TORINO 31 maggio 2004:

Conferenza: Mercato della guerra: dall?Iraq al Piemonte
Guerra e globalizzazione

Luned? 31 maggio 2004
Aula Magna Politecnico di Torino
corso Duca degli Abruzzi 24
Ore 12:30 Interventi:
- Quale futuro per l?Iraq? - Sherif El Sebaie, redattore di AlJazira.it
- Conflitti dimenticati - Fulvio Poglio, redattore di Warnews.it
- Il mestiere delle armi in Piemonte - Francesco Bonavita, FIOM CGIL Alenia
- Ideologia del libero mercato, guerra e movimento per la pace - Vittorio Agnoletto (WSF)
Ore 14:30 Proiezione dei film: L?arcobaleno e il deserto - Emergency in Iraq
di Antonio Di Peppo e Guido Morozzi durata 25 minuti
Fotoricordo di Tamara Bellone e Piera Tacchino
durata 35 minuti; ed interventi su "Cultura di pace e diritti umani" a cura di collaboratori di: Peacereporter, Emergency, CGIL Lavoro e Societ?, AlJazera,  Coordinamento Nazionale per la Jugoslavia, R.S.U. Politecnico

PER LA PACE: A RAVENNA sabato 29 maggio 2004
Ore 16,30 vai Faentina (piazzale Coop)
MANIFESTAZIONE
FUORI USA, FUORI ONU, FUORI TUTTI:
VIA le TRUPPE d'OCCUPAZIONE dall'IRAQ !
CHIUDERE le BASI della MORTE !
Uccidono, bombardano, torturano, depredano...
::NOI NON CI STIAMO::
Contro la guerra interna, fatta di attacchi ai salari e alle pensioni e di criminalizzazione dell'immigrazione e di qualsiasi forma di dissenso, e la guerra esterna fatta da bombe imperialiste europee e statunitensi.  Per la chiusura della base NATO di Pisignano e la sua riconversione a struttura della protezione civile.  Stop alle spese militari e alle politiche di guerra.  Ritiro delle truppe italiane dall'Iraq e dalle altre missioni estere. Con la resistenza dei popoli all'oppressione, allo sfruttamento, al colonialismo, all'imperialismo, al capitalismo.
Promuove: Collettivo Red Ghost, Laboratorio Sociale, Rete regionale Anticapitalista e Antimperialista, Soccorso Popolare (PD), Comitato Gettiamo le Basi (Cervia), Confederazione Cobas (Ra), Red Block, L'avamposto degli Incompatibili, Comitato gettiamo le basi-fermiamo la guerra (E-R), Progetto Comunista, Lista Reno per il rilancio dello Stato Sociale (BO) e numeros* compagn* da tutta l'ER


PER LA PACE A MODENA marted? 1 giugno
Marted? 1 giugno ? Sala delle Dame ? via dei Servi n. 21 ? Modena
SUAVIUS - LENTIUS - PROFUNDIUS
Alexander Langer nell?attualit? di oggi.
Ambientalismo, pace, integrazione, elogio della lentezza, critica dello sviluppo.
Ne parliamo con:
GIANFRANCO BETTIN
Vice Presidente VERDI Italiani
Introduce:
Mauro Teasuro
Organizzano: VERDI MODENA


PER LA PACE A Fino Mornasco (COMO) 29 maggio
29 maggio 2004

ore 10.30
Fino Mornasco, via Trieste, 1
Incontro con
PADRE ALEX ZANOTELLI
per l'inaugurazione della nuova sede del COORDINAMENTO COMASCO PER LA PACE - LABORATORIO PERMANENTE DI PACE -
PER LA PACE A ROVERETO (TN) il 2 giugno
Il Comune di Rovereto e l'associazione La Goccia onlus, vi invitano mercoled? 2 giugno alle ore 20.30, presso lo Stadio "Quercia" di Rovereto (Tn) al triangolare benefico di calcio "quando lo sport diventa solidariet?"
A.C. Chievo Verona - U.S. Rovereto - Amani Yassets Nairobi (squadra di calcio di ragazzi di strada)
ingresso 5,00
si ringrazia: A.C. ChievoVerona - U.S. Rovereto Calcio - Scout C.N.G.E.I. - Ass.Amani - SN Brussels Airlines - Rusconi Viaggi - A.N.A. Rovereto EC.10 per informazioni: amani@amaniforafrica.org

pensato da Lunadicarta


Stampa la notizia: PER LA PACE !!!
Inviato da : Admin - Domenica, 20 Giugno 2004 - 22:22

Sudan: Save the Children, importante l?accordo di pace ma non si dimentichi il Darfur

?Accogliamo con favore e speranza l?accordo di pace fra governo sudanese e Spla. Per i bambini e le famiglie del Sudan, dopo ventuno anni di indicibili sofferenze, sembra pi? vicina la possibilit? di tornare ad una vita normale?. E? positivo il commento di Peter Hawkins, direttore di Save the Children per l?Africa Centrale ed Occidentale, sull?accordo di pace siglato ieri notte a Naivasha, in Kenya, fra governo del Sudan ed Esercito di Liberazione del Popolo Sudanese.
?Tuttavia la conclusione della guerra nel Sud Sudan deve accompagnarsi alla rimozione delle cause che l?hanno provocata?, precisa il direttore regionale dell?organizzazione internazionale indipendente per la tutela e la promozione dei diritti dell?infanzia. ?I conflitti in Sudan sono normalmente descritti come guerre di razza e religione. In realt? sono il prodotto della marginalizzazione economica e politica di ampie parti del paese. Una pace sostenibile?, conclude, ?deve basarsi su una soluzione politica che coinvolga l?intera popolazione del Sudan e produca benefici per tutti i sudanesi?. Compresi gli abitanti del Darfur, la regione del Sudan occidentale teatro di un vero e proprio genocidio e non coperta dagli accordi di pace appena siglati.
Nonostante il cessate il fuoco firmato l'8 aprile scorso dal governo sudanese e dai rappresentanti  del Movimento di Liberazione del Sudan e del Movimento per la Giustizia e l'Uguaglianza, proseguono le violenze e le azioni di rappresaglia da parte delle milizie filogovernative janjaweed sui civili del Darfur: saccheggi, uccisioni, rapimenti, stupri, sono testimoniati su ampia scala. Inoltre preoccupano le condizioni di molti bambini separati dalle famiglie, costrette ad abbandonare precipitosamente la regione.
Si stima che, a seguito del conflitto esploso circa un anno fa e divenuto via via pi? violento, oltre 1 milione di persone siano state costrette a lasciare le proprie case e a cercare rifugio in campi provvisori, pi? di 750 mila  abbiano trovato ospitalit? presso altre famiglie, circa 100 mila si siano rifugiate in Ciad. Secondo le Nazioni Unite, circa 2 milioni di persone avranno bisogno di cibo nei prossimi due mesi ma la distribuzione dei viveri sar? difficoltosa a causa delle piogge, molto intense in giugno e luglio. Per quanto riguarda le condizioni sanitarie, le Nazioni Unite e Save the Children rilevano un aumento di malattie come morbillo e meningite fra le persone sfollate. In aumento anche la malnutrizione: secondo una ricerca di Save the Children relativa alla citt? di Tawilla, il tasso di malnutrizione ? passato dal 17,6% del novembre 2003 all'attuale 18,6%.
CS 19 - 2004 - 27 maggio 2004

Save the Children nel Darfur:
Save the Children ? presente in Sudan dal 1950 e nella regione del Darfur dal 1989.  A seguito della crisi umanitaria, ha concentrato i propri interventi a Tawilla e ad El Kasher, nel Nord Darfur,  dove assiste le famiglie di sfollati. Nel Darfur occidentale ha aperto un uffcio di coordinamento a Geneina, diventando il principale partner del World Food Programme e provvedendo alla distribuzione di cibo a 285 mila persone. Oltre all?aiuto alimentare, Save the Children sta intervenendo nei settori della salute, dell'approviggionamento idrico e della protezione dei bambini.


Stampa la notizia: Sudan: Save the Children !!!
Inviato da : Admin - Domenica, 20 Giugno 2004 - 22:05

Festa elettronica della Repubblica:


ATTAC ITALIA invita tutte/i i cittadini a partecipare alla FESTA ELETTRONICA DELLA REPUBBLICA, intasando di email nell'INTERA GIORNATA DEL 2 GIUGNO, l'indirizzo della Presidenza del Consiglio per ribadire che l'Italia ripudia la guerra (art.11 della Costituzione) e che la visita di Bush non ? gradita.
Messaggio da inviare ai seguenti indirizzi :

BERLUSCONI_S@camera.it
info.notiziedalgoverno@newsletter.palazzochigi.it
notizie@governo.it

Signor Presidente,

Il 4 giugno verr? in Italia su suo invito il Presidente USA Bush, ovvero il massimo responsabile della guerra all'Iraq, dell'instabilit? politica internazionale e dell'impossibilit? di qualsiasi risoluzione internazionale pacifica.

Viene a ricordare, da aggressore e occupante, i soldati che combatterono contro il nazifascismo, insultandone la memoria.

Vorrei che Le fosse chiaro che questo invito non ? fatto in mio nome e nemmeno nel nome della stragrande maggioranza del popolo italiano che da sempre chiede la fine della guerra e il ritiro delle truppe dall'Iraq.

Oggi 2 giugno festegger? la Costituzione che ripudia la guerra. Per questo contester? ogni esibizione e parata militare, offensiva dei valori su cui ? nata la Repubblica.

Il 4 giugno, dovunque sar?, render? pubblica la mia protesta per l'arrivo di mr. Bush, la mia vicinanza ai movimenti pacifisti statunitensi, la mia volont? di pace e di un altro mondo possibile.

Perch? chi fa la guerra non va lasciato in pace.

La tua Firma...


pensato da Lunadicarta




Stampa la notizia: Festa elettronica della Repubblica
Inviato da : Admin - Domenica, 20 Giugno 2004 - 21:40

ROMACITTAPERTALLAPACE:


A CHE PUNTO E' L'IRAQ?

L'occupazione militare: rapina delle risorse e barbarie di guerra

Di fronte all?intensificarsi degli attacchi della guerriglia contro le truppe d?occupazione ed alla prospettiva dello stabilizzarsi, all?indomani del 30 giugno, del dominio USA sull?Iraq, ? necessario fare il punto della situazione.
Controllare la zona del mondo con le pi? importanti risorse petrolifere e, grazie a ci?, tenere a bada l?Euro, unica moneta antagonista del dollaro, e la crescente potenza industriale della Cina sono state le cause della guerra scatenata dagli USA in piena decadenza economica.
In che modo gli obiettivi americani di controllo delle risorse e della popolazione dell?Iraq si stanno realizzando? Quali sono le posizioni delle variegate forze politiche e sociali irachene nella fase di transizione attuale? Quali sono le posizioni e il ruolo dell?Europa e dell?Italia? Quale il ruolo attuale del movimento pacifista?
Queste sono alcune delle domande cui non desideriamo dare una risposta definitiva, ma sulle quali crediamo importante aprire un largo dibattito. Vogliamo, in questo modo, rilanciare una attivit? capillare ed unitaria di radicamento del movimento per la pace nel tessuto sociale della citt?, diffondendo in primo luogo la richiesta di ritiro dall?Iraq di tutte le truppe occupanti, a cominciare da quelle italiane, ormai coinvolte in operazioni belliche contro il dettato della Costituzione.

ASSEMBLEA -DIBATTITO:

? introduce Domenico Moro (Comitato Roma Citt? Aperta alla Pace)

comunicazioni di:

? Benito Livigni (autore di "Le guerre del petrolio" ed ex dirigente ENI): l'importanza del petrolio e gli interessi italiani
? Ornella Sangiovanni (Un ponte per...): situazione politica e forze sociali in Iraq
? Massimo Persotti (Amnesty International): la violazione dei diritti umani in Iraq
? Giuliana Sgrena (giornalista de il manifesto): l'occupazione infinita
? Nella Ginatempo (Comitato Roma Citt? Aperta alla Pace): il movimento pacifista davanti alla guerra permanente

Casa delle culture
Via S.Crisogono 45
( piazza Sonnino- Roma )

28 maggio 2004
ore 18.30


COMITATO ROMACITTAPERTALLAPACE



Stampa la notizia: Roma Citt? per la PACE
Inviato da : TiMax - Mercoledý, 16 Giugno 2004 - 00:59

Avete appena installato con successo quello che viene considerato il pi? completo e innovativo CMS (Content Management System) disponibile.
E' ovvio che vi sembra normale che noi diciamo cos?, ma vi possiamo assicurare che mentre guadagnerete familiarit? con MD-Pro, ci troverete colpevoli non di usare iperboli, ma semplicemente di aver detto la verit?.

TiMax & MAXdev team

Qui c'? un piccolo sommario di ci? che troverete all'interno del programma:

.

Leggi tutto... (5366 byte rimanenti) Stampa la notizia: Cosa c'? di nuovo

Inviato da : TiMax - Domenica, 13 Giugno 2004 - 01:00


MaxDev ? uno dei migliori sistemi di gestione di contenuti sul web.
MD-Pro ? una distribuzione basata sul codice di PostNuke ed eNvolution, l'intero codice ? stato rivisto, corretto e migliorato per renderlo piu sicuro, stabile e capace di lavorare con alti volumi di traffico.

Alcune delle caratteristiche principali di MD-Pro sono:
  • modifica di tutti gli aspetti dell'apparenza del sito tramite modelli
  • sistema di cache per un caricamento pi? veloce delle pagine
  • amministrazione facile ed amichevole tramite strumenti di configurazione ed il pannello di controllo
  • supporto e una comunit? di sviluppo attiva, con aggiornamenti frequenti ed in Italiano


Visitate www.maxdev.it se incontrate qualsiasi problema con questa versione, troverete risposta ai vostri problemi ed alle domande pi? frequenti, e naturalmente potrete trovare aggiunte, moduli, blocchi, grafica e tutto quanto avrete bisogno per il vostro MD-Pro.

MaxDev ha molti sviluppatori attivi e una comunit? di supporto sia Italiana www.maxdev.it sia internazionale www.maxdev.it.

Ci auguriamo che MD-Pro sia di vostro gradimento.

TiMax e tutto lo Staff Italiano ed Internazionale di MD-Pro...

Stampa la notizia: Benvenuto in MD-Pro
 
web design
by
PointNet
Un altro progetto MAX s.o.s.
Crediti Powered by MDPro