Appelli da sottoscrivere

Di seguito c'Ŕ la lista degli articoli pubblicati per questo argomento.


Nome Soggetto: Appelli da sottoscrivere

Vedi tutti gli articolo di questo soggetto.

Inviato da : Lunadicarta - Martedý, 14 Agosto 2007 - 09:30





Ciao Huambo!



Oggi 14 agosto 2007 alle ore 17,

quelli che ci sono, che possono, che sapranno, saluteranno




Antonio Rollo, detto Huambo


al Cimitero di Viterbo, in una saletta adiacente al settore cremazioni.

Saremo vicini a Vittoria Oliva, sua compagna di una vita.

Huambo aveva 55 anni, era nato a San Cesareo in provincia di Lecce, da dove inizi? giovanissimo ad impegnarsi nella costruzione di un mondo comunista, dove fossero abbattute le ingiustizie e i muri. Dall'Avamposto degli Incompatibili, il sito costruito con dedizione e passione insieme a Vittoria (http://www.controappunto.org/), sono certa che ci sorride e ci invita a continuare la lotta.

Montefiascone (Vt)
Via Marsala 1
01027




Leggi tutto... (10 byte rimanenti) Stampa la notizia: Ciao Huambo!
Inviato da : Lunadicarta - Domenica, 10 Giugno 2007 - 19:48

 



9 giugno 2007 - gli striscioni alla partenza











Foto L. Morandi

Vedi all'interno le foto del percorso di E. Ugolini
 


Leggi tutto... (945 byte rimanenti) Stampa la notizia: 9 giugno gli Striscioni alla partenza
Inviato da : Lunadicarta - Giovedý, 07 Giugno 2007 - 19:44








NO BUSH - NO WAR
di seguito tutti i comunicati sulla manifestazione del 9 giugno contro Bush


MANIFESTAZIONE DEL 9 GIUGNO CONTRO LA VISITA DI BUSH.
La Rete dei Comunisti: ?Ognuno si assuma le proprie responsabilit??

Un articolo comparso oggi sul quotidiano della Confindustria (Sole 24 Ore, pag 3), offre una chiave di lettura della giornata di sabato prossimo che nessuno - n? noi che siamo tra i promotori del corteo n? altri - dovrebbe sottovalutare.

Il quotidiano della Confindustria sostiene che un altro scossone potrebbe essere in arrivo per il governo Prodi dopo lo scampato pericolo al Senato sul caso Visco-Speciale: la visita di Bush.

?A impensierire il governo ? l?eventualit? che possibili disordini portino ancora una volta l?opposizione ad architettare nuove trappole parlamentari? scrive il Sole 24 Ore -  ?Il passo temuto ? che, su eventuali scontri, la CdL possa chiedere al governo di riferire alle Camere e preparare un agguato al Senato con un ordine del giorno in cui si ribadisce la lealt? agli Stati Uniti?.

Non sappiamo se il Sole 24 Ore sia informato pi? o quanto di altre autorit?, quello che emerge da parole tanto esplicite, ? che viene presentato uno scenario inquietante ma perfettamente plausibile alla luce della realt? passata e presente del nostro paese.

Il ripetersi degli allarmismi del Ministero degli Interni e del Corriere della Sera (che sembra sempre essere molto bene informato) sulla manifestazione contro la visita di Bush a Roma il prossimo 9 giugno, vanno indagati molto bene.

Gli organizzatori della manifestazione hanno detto a chiare lettere che la manifestazione che partir? da piazza della Repubblica e arriver? in piazza Navona sar? una manifestazione pacifica, di massa e determinata nei contenuti sia verso il ruolo dell?amministrazione USA nella guerra permanente sia verso la politica militarista messa in campo dal governo Prodi.

Semmai, occorre  mandare un forte segnale preventivo ? chiaro e forte - agli apparati dello Stato affinch? non si produca nessuna ?cabina di regia parallela? nella gestione dell?ordine pubblico nella giornata del 9 giugno.

Le inquietanti ipotesi emerse in questi giorni sull?esistenza di una ?rete parallela? dentro gli apparati dello Stato collegata ad ambienti del centro-destra (e agli USA), riapre un pesante interrogativo sulla cabina di regia nella repressione di Genova del 2001 (allora sostenuta dal governo in carica) e che oggi potrebbe agire con la copertura politica e mediatica dell?opposizione.

Le dichiarazioni del Prefetto Serra hanno voluto essere rassicuranti, ma non ? peregrino pensare che qualcuno abbia preso in considerazione la possibilit? di una trappola politica e di piazza sia verso gli attivisti No War che verranno a Roma in migliaia, sia verso lo stesso governo.

Alla vigilia della manifestazione di sabato 9 giugno, riaffermiamo preventivamente che alle stazioni di partenza dei treni - che Trenitalia si ostina a negare - e nelle strade di Roma, ognuno deve assumersi le proprie responsabilit? e l?attenzione su questo rischio non potr? essere accollata solo agli organizzatori del corteo.

7 giugno 2007 - p. la Rete dei Comunisti
Sergio Cararo www.contropiano.org


Leggi tutto... (65860 byte rimanenti) Stampa la notizia: NO BUSH - NO WAR 9 GIUGNO 2007 ultim'ora
Inviato da : Lunadicarta - Domenica, 01 Gennaio 2006 - 00:23

   

 

MESSAGGIO DI SUA SANTIT?
BENEDETTO XVI


PER LA CELEBRAZIONE DELLA
GIORNATA MONDIALE DELLA PACE

1? GENNAIO 2006

NELLA VERIT?, LA PACE

1. Con il tradizionale Messaggio per la Giornata Mondiale della Pace, all'inizio del nuovo anno, desidero far giungere un affettuoso augurio a tutti gli uomini e a tutte le donne del mondo, particolarmente a coloro che soffrono a causa della violenza e dei conflitti armati. ? un augurio carico di speranza per un mondo pi? sereno, dove cresca il numero di quanti, individualmente o comunitariamente, si impegnano a percorrere le strade della giustizia e della pace.

2. Vorrei subito rendere un sincero tributo di gratitudine ai miei Predecessori, i grandi Pontefici Paolo VI e Giovanni Paolo II, illuminati operatori di pace. Animati dallo spirito delle Beatitudini, essi hanno saputo leggere nei numerosi eventi storici, che hanno segnato i loro rispettivi Pontificati, il provvidenziale intervento di Dio, mai dimentico delle sorti del genere umano. A pi? riprese, quali infaticabili messaggeri del Vangelo, essi hanno invitato ogni persona a ripartire da Dio per poter promuovere una pacifica convivenza in tutte le regioni della terra. Nella scia di questo nobilissimo insegnamento si colloca il mio primo Messaggio per la Giornata Mondiale della Pace: con esso desidero ancora una volta confermare la ferma volont? della Santa Sede di continuare a servire la causa della pace.

Il nome stesso di Benedetto, che ho scelto il giorno dell'elezione alla Cattedra di Pietro, sta ad indicare il mio convinto impegno in favore della pace. Ho inteso, infatti, riferirmi sia al Santo Patrono d'Europa, ispiratore di una civilizzazione pacificatrice nell'intero Continente, sia al Papa Benedetto XV, che condann? la Prima Guerra Mondiale come ? inutile strage ? (1) e si adoper? perch? da tutti venissero riconosciute le superiori ragioni della pace.

3. Il tema di riflessione di quest'anno ? ? Nella verit?, la pace ? ? esprime la convinzione che, dove e quando l'uomo si lascia illuminare dallo splendore della verit?, intraprende quasi naturalmente il cammino della pace. La Costituzione pastorale Gaudium et spes del Concilio Ecumenico Vaticano II, chiusosi 40 anni or sono, afferma che l'umanit? non riuscir? a ? costruire un mondo veramente pi? umano per tutti gli uomini su tutta la terra, se gli uomini non si volgeranno con animo rinnovato alla verit? della pace ?.(2) Ma quali significati intende richiamare l'espressione ? verit? della pace ?? Per rispondere in modo adeguato a tale interrogativo, occorre tener ben presente che la pace non pu? essere ridotta a semplice assenza di conflitti armati, ma va compresa come ? il frutto dell'ordine impresso nella societ? umana dal suo divino Fondatore ?, un ordine ? che deve essere attuato dagli uomini assetati di una giustizia sempre pi? perfetta ?.(3) Quale risultato di un ordine disegnato e voluto dall'amore di Dio, la pace possiede una sua intrinseca e invincibile verit? e corrisponde ? ad un anelito e ad una speranza che vivono in noi indistruttibili ?.(4)

  Leggi altro...



Leggi tutto... (24972 byte rimanenti) Stampa la notizia: Benedetto XVI nella Giornata Mondiale della Pace 1 gennaio 2005
Inviato da : Lunadicarta - Sabato, 03 Dicembre 2005 - 09:55

 

 

Free Cristian Peacemaker Teams

Petition calling for the release of four CPTers held in Iraq now available on-line

Today activists who run Electroniciraq.net have made available a petition in Arabic and English calling for the release of James Loney, Tom Fox, Harmeet Singh Sooden and Norman Kember (See www.cpt.org.) Signatories include a wide and illustrious array of scholars, activists and religious leaders.
Christian Peacemaker Teams encourages everyone reading this release to sign the petition.  Below is the appeal as it appeared on the newslist of Ali Abunimah, founder of the Electronic Intifada:


Arabic version at http://electroniciraq.net/news/2210.shtml

Sign the English petition at http://freethecpt.org


Four members of Christian Peacemaker Teams were taken this past Saturday, November 26, in Baghdad, Iraq. They are not spies, nor do they work in the service of any government. They are people who have dedicated their lives to fighting against war and have clearly and publicly opposed the invasion and occupation of Iraq. They are people of faith, but they are not missionaries. They have deep respect for the Islamic faith and for the right of Iraqis to self-determination.

C.P.T. first came to Iraq in October 2002 to oppose the US invasion, and it has remained in the country throughout the occupation in solidarity with the Iraqi people. The group has been invaluable in alerting the world to many of the horrors facing Iraqis detained in US-run prisons and detention centers. C.P.T. was among the first to document the torture occurring at the Abu Ghraib prison, long before the story broke in the mainstream press. Its members have spent countless hours interviewing Iraqis about abuse and torture suffered at the hands of US forces and have disseminated this information internationally.

Each of the four C.P.T. members being held in Iraq has dedicated his life to resisting the darkness and misery of war and occupation. Convinced that it is not enough to oppose the war from the safety of their homes, they made the difficult decision to go to Iraq, knowing that the climate of mistrust created by foreign occupation meant that they could be mistaken for spies or missionaries. They went there with a simple purpose: to bear witness to injustice and to embody a different kind of relationship between cultures and faiths. Members of C.P.T. willingly undertook the risks of living among Iraqis, in a common neighborhood outside of the infamous Green Zone. They sought no protection from weapons or armed guards, trusting in, and benefiting from, the goodwill of the Iraqi people. Acts of kindness and hospitality from Iraqis were innumerable and ensured the C.P.T. members' safety and wellbeing. We believe that spirit will prevail in the current situation.

We appeal to those holding these activists to release them unharmed so that they may continue their vital work as witnesses and peacemakers.

see also ...



Leggi tutto... (9620 byte rimanenti) Stampa la notizia: Free Cristian Peacemaker Teams
Inviato da : Lunadicarta - Mercoledý, 24 Agosto 2005 - 20:07






Ascolta l'Inno

Leggi i discorsi

di Sua Santit? Benedetto XVI
alle comunit? musulmana ed ebraica
durante la XX Giornata Mondiale della Giovent?
di Colonia - Germania



Leggi tutto... (23436 byte rimanenti) Stampa la notizia: Dopo Colonia ...
Inviato da : Lunadicarta - Sabato, 13 Agosto 2005 - 19:44

?
?

?
?
Giornata Mondiale della Giovent?

2005 Colonia - Germania

Sono 5 milioni i ragazzi attesi a Colonia per la ventesima GMG, oltre centomila saranno italiani di cui 10.000 in partenza da Roma. Fra gli italiani in partenza da Roma oltre 800 sono i volontari, che presteranno il loro lavoro sui treni ed una volta sul posto per l'organizzazione locale. Ben due treni speciali delle ffss saranno abitati dagli Scout dell'Agesci e fra questi, 18 sono i ragazzi del clan Roma 22, il gruppo scout del mio quartiere. Io li conosco quasi tutti fin da bambini, fra di loro ci sar? anche mia figlia Stella. Domattina di buon mattino, ma sarebbe meglio dire all'alba, con indosso la camicia azzurra associativa e fazzolettone grigio, rosso e bianco (il solo particolare con il quale si distinguono), armati solo di fede e buona volont? si metteranno al servizio dei treni speciali delle FFSS diretti a Colonia. Sono scout Agesci e, una volta maturate l'intenzione e l'et? per il loro ingresso nel Clan, il loro obiettivo socio politico personale ? il "servizio" agli altri e ai bisognosi.
Sono contenta che ci sia mia figlia, anche io sono una ex delle giornate mondiali della giovent? avendo partecipato attivamente a quella romana dell'anno giubilare 2000, ma non nascondo di essere preoccupata.
Mentre a Colonia fervono i preparativi per la veglia con Papa Ratzinger che si terr? a Marienfeld, il grande parco ricavato da una antica miniera a cielo aperto, da Berlino giunge la notizia degli atti vandalici subiti da un gruppo di pellegrini. Certamente ? una organizzazione complessa quella di quest'anno. Ma ? l? che attinge il grande movimento pacifista planetario, quindi sperare nella riuscita del grande evento ? giusto.
E' attraverso questi grandissimi raduni, che molta parte del Movimento dei Movimenti rinnova il proprio impegno per la Pace nel mondo. Nel profondo del cuore di ogni giovane partecipante alla grande riunione internazionale, si accender? una fiammella di speranza, da impiegare quotidianamente come carburante morale del proprio lavoro sociale e di aggregazione nei valori.
Come spiegare con le semplici parole la pazza, divertente e pacifica armonia, che regna sovrana sopra i volti di migliaia di giovani? E' da quella espressione, che si scorge la "forza creante" della giovent?. Il sentimento di una volont? univoca e comunitaria presente in ognuno di loro, espresso attraverso alcune azioni semplici come il gioco o cantare al suono delle corde di una chitarra. Un sentimento ed una volont? universale di pace, che si esprime attraverso l'azione pi? pura della preghiera aggregante, anche se non si attribuisce lo stesso nome al Governatore di Tutti i Cieli.
In questi giorni ho letto molti articoli scandagliare il grande evento attraverso la grande macchina che lo trasporta. Tv, radio internazionali da tutto il mondo saranno i grandi ospiti di tutti i giovani pellegrini. Saranno molti gli sponsor, ma non temete: il messaggio percepito dalle migliaia di giovani della Giornata Mondiale della Giovent?, che scalderanno le loro vivande sui fuochi di bivacco, sar? quello sommessamente anti imperialista, contrario alla societ? dei consumi e dei consumatori militanti, contrario al furto unilaterale delle risorse planetarie, contrario alle stragi quotidiane delle potenze mondiali. Qualche anticlericale ignorante potrebbe obiettare "? questo il marketing della Chiesa Cattolica". Forse, rispondo io, ma se l'invito ? a lavorare Tutti Insieme, per un nuovo mondo migliore possibile e ad essere arbitri morali dell'evoluzione della societ? moderna, allora ? questo il grande segno che la millenaria Chiesa Cattolica sta lavorando bene sulla Via del Primo Vero Capellone Antimperialista e Noglobal, che la storia del mondo ricordi.

Loredana Morandi



Stampa la notizia: Giornata Mondiale della Giovent? 2005 a Colonia
Inviato da : Lunadicarta - Lunedý, 01 Agosto 2005 - 20:40

Per un 2 Agosto di speranza


Il 2 Agosto 1980....
Mi appare ormai tra i sipari della memoria relegato a un mese tragico di "tanti" anni fa.
Ero allora un giovane lavoratore precario.
Quel giorno non ero andato in stazione per recarmi al campeggio con gli amici, come avrei invece desiderato, poich? l'ente in cui lavoravo tard? di qualche giorno nei pagamenti. Prima venivano i lavoratori stabili.
Non mi recai in stazione per pudore...
Ero In bolletta, e con le tasche vuote, si fa poca strada...
C'erano altri miei coetanei invece che partivano per un giusto relax.
Gente che reputavo pi? fortunata.
Non so se soldi ne avessero, o se li avevano messi da parte per tornare a casa dopo un periodo di lavoro, studio, o di preparazione della tesi di laurea, come quel Sergio (Secci), che conoscevo bene per la medesima frequentazione di corso e seminari all'ateneo bolognese.
Da casa mia ho sentito per tanto tempo quel silenzio greve calato sulla citt? di Bologna.
Ho ancora nelle orecchie quelle sirene spigate delle troppe autoambulanze che correvano verso gli ospedali.
Ho ricollegato nelle ore dei giorni successivi quel "GRIDO", ai volti delle persone che ho conosciuto, e dei tanti sconosciuti, spariti per sempre.
Ho apprezzato la tenacia di Secci Padre nel cercare di ottenere l'affermazione di un diritto, di una verit? negata.
Mi torna spesso in mente Marzabotto, dove trascorrevo le vacanze dai parenti, camminando su luoghi testimoni di vicende terribili.
Inoltre la Cambogia, Palestina, e l'Iraq, invaso un 2 Agosto.
Era il 1990. ...
Altri "2 Agosto" succedono ogni giorno.
In ogni luogo del nostro tormentato pianeta, che sia bianco, giallo, rosso o nero un figlio chieder? sempre per s? un futuro in cui sia possibile vivere e crescere serenamente .
Una madre, un padre vorranno darglierlo davvero, un Futuro fatto di tanti colori, tanti quanti gli altri esseri umani da incontrare nella vita.
Un arcobaleno di luce.
La luce di un abbraccio tra popoli non lontani l'uno dall'altro, ma oggi purtroppo resi antagonisti da contorte politiche babiloniche, espressione dei prevaricanti privilegi di pochi Faraoni e Re Cresi contemporanei, connessi in un intricato sistema economico globale, ce si rispecchia in violenza, veleni, armi e prodotti tossico-nocivi espressione di regimi assoluti, violenti e prevaricatori nei confronti della stessa umile gente che dovrebbero altres? amministrare nel modo pi? corretto.
Per questo siamo a dire Basta alle violenze di qualsiasi parte.
Amare il prossimo deve essere una speranza concreta, da affidare ai nostri figli.
Del resto, anche "Ogni religione monoteista predica la Pace tra gli uomini".
Chiediamo Pace.
Basta con la strategia della tensionee globale.
Basta con le discriminazioni.
Basta con le stragi, ottenute con le bombe fatte esplodere tra la gente inerme.
Basta col disprezzo alla vita delle persone che si riuniscono nei luoghi di lavoro, nelle banche, nelle stazioni, sui treni, nelle piazze, nei luoghi di preghiera, nelle localit? di svago e di relazione.
In ogni luogo e per tutti,
....................................... PACE
Giuseppe (Yusuf) Pedrini
(Associazione Famiglie degli Italiani Musulmani)



Stampa la notizia: Per un 2 agosto di speranza - 25 anni dalla strage di Bologna
Inviato da : Lunadicarta - Martedý, 26 Luglio 2005 - 19:54

Ecco il ricchissimo programma, organizzato dai giovani comunisti e dal collettivo artistico de L'Aquila, io ci sar? nei giorni 29 o 30 luglio per la Rete degli Artisti contro le guerre, spero ...


LiberaFesta
festa provinciale di liberazione
28 - 31 luglio 2005
aeroclub di Preturo - L'Aquila

programma:

28 luglio - ore 20: incontro con Elettra Deiana, Simona Cataldi,
               Linda Santilli sul tema "guerra e comunicazione"
               con immagini video inedite di Falluja a seguire dibattito
               a seguire - musica dal vivo - gruppi aquilani

29 luglio - ore 20: incontro con Elettra Deiana, Pietro Folena, Russo Spena
               sul tema "Rifondazione nell'Unione" a seguire dibattito
              - ore 21: Teatri Offesi (pescara)
              - ore 22: Folkroad (musica irlandese)
              - ore 23 30: zona disco - dj set
              - ore 22 30: zona liscio - bailamos band

30 luglio - ore 17: "la compagnia di nessuno" (spettacolo di burattini),
                artisti in libert? (performances, installazioni, libere espressioni)
              - ore 20: incontro con Stefano Galieni, Alessandra Ballerini
                sul tema "no cpt" a seguire dibattito
              - dalle ore 22: Baobab (percussionisti senegalesi); Zabotec,
                Tank (dj set techno-house); If (dj set electro)
              - zona liscio - vai col liscio!

31 luglio - ore 20 incontro con Pierluigi Sullo (da confermare)
               - ore 22 Claudio Lolli
               - a seguire gruppi aquilani

inoltre:
- 3 mostre temporaneamente permanenti su - cpt, antifascismo, guerra.
- work in progress degli artisti coinvolti nell'evento
- associazioni: arci, amnesty, udu, forum delle donne, commercio equo e solidale, +++
- punto giovani comunisti: sbattezzo point, copyleft space
- servizio ristorazione
- vino antifascista, assaggi di cucina etnica.



Stampa la notizia: LiberaFesta a L'Aquila
Inviato da : Lunadicarta - Domenica, 24 Luglio 2005 - 03:03









also the Angels cry ...





Stampa la notizia: anche gli Angeli piangono ...
 
web design
by
PointNet
Un altro progetto MAX s.o.s.
Crediti Powered by MDPro