Artisti contro guerre

Di seguito c'Ŕ la lista degli articoli pubblicati per questo argomento.


Nome Soggetto: Artisti contro guerre

Vedi tutti gli articolo di questo soggetto.

Inviato da : edvino.ugolini - Lunedý, 05 Novembre 2012 - 18:56

 

 
 
 
art_200 
 
Appello della Rete Artisti 
per il 4 novembre

 

 


 
Al Presidente Napolitano
e p.c. ai rappresentanti del Governo

 

 

 
 
 
Caro Presidente, cari Ministri

 

 


La situazione generale in Italia e altrove è drammatica, non serve ribadirlo. Il nostro mondo si sta avvicinando lentamente al baratro, afflitto dalla crisi economica, dalle guerre per il potere e gli interessi economici, dall'incalzante inquinamento atmosferico e dal derivante squilibrio ambientale e climatico. In questo scenario e con l'urgenza di trovare a breve termine una soluzione per fermare questo inarrestabile processo, che porterebbe l'umanità verso una catastrofe globale, una festa come quella del 4 novembre non può che sollevare antichi rancori, enfatizzando il sacrificio inutile di milioni di uomini, che sono stati strappati alle loro famiglie in età ancora giovane. Vi preghiamo di non insistere, come hanno fatto i governanti prima di voi, a seguire tracciati, che non portano da nessuna parte e che rimarcano gli errori storici, che dovremmo correggere con le azioni del presente. In questo contesto si colloca anche la missione, che voi definite di pace, ma altro non è che l'intromissione indebita negli affari interni di un altro paese. La libertà non si può imporre con la forza, ma nemmeno questo è lo scopo, come voi ben sapete. Per questo vi preghiamo, finché c'è ancora tempo, di fermare le azioni militari all'estero e di impiegare le risorse per migliorare le condizioni dei nostri concittadini, che in questo momento stanno vivendo un dramma esistenziale. La nostra rete sostiene il movimento per la pace e per i diritti umani e la nostra coscienza ci impone di usare tutti i mezzi pacifici e non violenti per sensibilizzare chiunque, dal semplice cittadino alle cariche più alte dello Stato, su una situazione che rischia di essere di non ritorno. Noi vi invitiamo a riflettere sul significato della guerra e di una vita stroncata in modo violento e arbitrario. Per motivi etici e morali e per altrettanti motivi puramente logici e auto conservatori, dovreste fare un passo indietro e scegliere altre vie per il futuro della nazione e per quello dell'intera umanità. Spero che questo nostro appello apra un varco nella vostra coscienza, perché in quanto appartenenti al genere umano, dovreste avere a cuore il destino di milioni di persone, che dipendono dalle vostre scelte presenti e future.

 

 

Rete Artisti contro le guerre per la Pace

 



Stampa la notizia: Appello per il 4 novembre
Inviato da : Lunadicarta - Giovedý, 17 Novembre 2011 - 13:04

 

 

unhatefoundation_action_rome_benetton_600
 
 

 

 Vergogna Benetton: una idea copiata e volgare

 

A Roma è apparso sul ponte di Castel Sant'Angelo lo scandaloso manifesto del bacio "photoscioppato" tra il Santo Padre Benedetto XVI e l'Imam de Il Cairo. 

Il settore marketing ed immagine della nota marca italiana dell'abbigliamento non inventa nulla, anzi, propugnando una immagine volgare e irrispettosa dei ruoli dei due religiosi, COPIA, di fatto, il lavoro pacifista di Artists Against War, unica organizzazione nel mondo a non essere mai stata criticata dalle differenti ecclesie.

Artists Against War Italia, prima tra i risultati di Google in arabo durante l'intero conflitto iracheno, è una organizzazione multiculturale, sovranazionale ed accoglie membri di ogni religione sul pianeta, i quali sono liberi di professare il proprio culto nel pieno rispetto affettuoso di tutti gli Artisti.

La campagna della Benetton, in quanto interamente devoluta a creare scandalo, non può e non sarà in nessun caso veicolo mediatico efficace contro l'Odio. Fortunatamente l'impegno costante di Artists Against War e dei movimenti internazionali per la Pace, la comunità di Assisi che accoglie periodicamente gli incontri dei rappresentanti delle più grandi fedi nel mondo e la Commissione pontificia per il dialogo con l'Islam hanno consolidato il dialogo tra le grandi Religioni.

Ma non si sente alcun bisogno di sfruttatori commerciali.

Inoltre è proprio alla comunità internazionale italiana di Artists Against War che l'ufficio marketing e immagine di Benetton copia l'iniziativa del Ponte di Castel Sant'Angelo, dove gli artisti per anni hanno lavorato in  sciopero bianco contro tutte le guerre ed in memoria di tutte le vittime, civili e militari, di tutti i conflitti armati attualmente in corso.

Di seguito potete vedere le foto degli eventi di Artists Against War Italia. In alto la brutta copia targata Benetton.

 

 

2giugnopontinonmuri
 

 

  ponti001

 bandieraponte1

 bandieraponte2

bandieraponte4

bandieraponte5 

 



Stampa la notizia: Vergogna Benetton: una idea copiata e volgare
Inviato da : edvino.ugolini - Mercoledý, 26 Ottobre 2011 - 18:58

 

 

 

marco_simoncelli_world_champion_08_600 

 

 

Sulle ali della tua moto

seguisti  il sentiero della libertà

e in un attimo

trovasti l'infinito.

 

 

 

In ricordo di Marco Simoncelli 23.10.2011

 

Edvino Ugolini

 

 



Stampa la notizia: Poesia per Sic
Inviato da : Lunadicarta - Mercoledý, 20 Aprile 2011 - 18:09

 

 

 art_200

 

Edvino Ugolini dalla Conferenza di Bi'lin

 

Di seguito le notizie pervenutemi dal poeta triestino Edvino Ugolini, che partecipa alla tre giorni internazionale sulla costruzione del cd "Muro dell'Apartheid" a Bi'lin, Cisgiordania - Territori Occupati - Palestina.

 

- Primo Giorno -

 

Nell'ambito della conferenza internazionale di Bi'lin è stata presentata in diretta audiovideo da Gaza la "barca della libertà", che svolgerà azioni di interposizione di "Pace" tra la marina militare israeliana e i pescatori palestinesi.

Durante l'incontro è intervenuta anche la madre di Rachel Corrie, con un messaggio  di cordoglio per la prematura e brutale scomparsa di Vittorio Arrigoni, volontario dell'International Solidarity Movement come i due giovani colleghi caduti vittime  dell'esercito di occupazione israeliano: Rachel e Tom Hurndall. La donna,  americana di origine ebraica, ha espresso inoltre la sua costante e affettuosa solidarietà alla popolazione palestinese in ricordo di sua figlia. 

La conferenza internazionale di quest'anno è dedicata alla memoria di Vittorio Arrigoni.

 

In diretta da Bi'lin, Palestina

Loredana Morandi

 

per    Edvino UgoliniArtists Against War italia

 



Stampa la notizia: Edvino Ugolini dalla Conferenza di Bi'lin - La Diretta
Inviato da : Lunadicarta - Martedý, 19 Aprile 2011 - 14:09

 

 

aaw_kefiah_rosa_600

 

 

Artists Against War Italia
 
 
 
L'artista triestino Edvino Ugolini parteciperà in qualità di Ambasciatore della Rete Artisti contro le guerre e come membro del Coordinamento contro le guerre alla conferenza internazionale che si terrà a Bilin in  Cisgiordania, i territori occupati palestinesi, dal 20 al 23 aprile 2011.

La conferenza si svolge per la sesta volta in questa località  palestinese, a ridosso del  Muro di recinzione che sta dividendo i territori israeliani da quelli palestinesi. Il Comitato promotore della conferenza, che raduna ogni anno i rappresentanti delle associazioni e dei gruppi del Movimento Non Violento internazionale, ha come scopo la sensibilizzazione dell’opinione pubblica  mondiale sul problema del Muro, detto dell’ "Apartheid", che a cominciare dal 2003 sta dividendo  da sud a nord tutti i territori palestinesi, divisi inoltre tra di loro e da quelli abitati dagli israeliani.

La conferenza di quest’anno si preannuncia carica di tensioni anche alla luce degli eventi che si sono verificati negli ultimi tempi a Gaza, non ultimo il barbaro assassinio di Vittorio Arrigoni e quello dell'artista ebreo palestinese Juliano Mer Khamis, nonché per la morte di una giovane palestinese, sorella del giovane ucciso dai militari israeliani un anno fa durante una manifestazione contro il muro.

Nella tre giorni di Bilin verranno poste le basi per le prossime iniziative di azioni non violente contro la costruzione del muro, e per la libertà di movimento della popolazione palestinese all’interno dei propri territori. La conferenza si concluderà come di consueto con una grande manifestazione nelle vicinanze del grande recinto oggetto della discordia.  
 
 
Edvino Ugolini
Rete Artisti contro le guerre

 

2rose

 

Un fiore e una kefiah per Vik!

 

 

Il corpo di Vittorio Arrigoni, Vik Utopia, giungerà in Italia mercoledì 20 aprile intorno alle 19 e 30, all'aereoporto di Fiumicino.

Così come desiderato dalla famiglia, e come Vittorio stesso avrebbe voluto, il feretro non è entrato in Israele, ma ha attraversato il valico di Rafah per raggiungere l'Egitto e l'aereoporto del Cairo, dal quale alle 16 ora locale partirà con il Volo Alitalia AZ 895.

Tutti i volontari si danno appuntamento al Terminal Cargo dell'aereoporto di Fiumicino intorno alle 19:30 di mercoledì 20 aprile. 

La sottoscritta non sarà presente in quanto impossibilitata a causa di un serio problema ad una gamba.

 

Loredana Morandi
Rete Artisti contro le guerre

 



Stampa la notizia: Vittorio Arrigoni torna in Italia, Artists Against War Italia parte per Bi'lin
Inviato da : Lunadicarta - Lunedý, 18 Aprile 2011 - 19:24

 

 

 vittorio_arrigoni_addio_aaw_600

 

Addio Vittorio!

 

 Artists Against War Italia

 

 

art_200_bn
 

 



Stampa la notizia: Addio Vittorio!
Inviato da : Lunadicarta - Martedý, 05 Aprile 2011 - 21:18

 

Artists Against War Italia
 
 
 art_200
 
 
APPELLO AGLI ARTISTI

 

Anche la Rete degli Artisti contro le guerre ha aderito alla campagna contro l’intervento militare in Libia. Un’adesione che rientra nella natura stessa della Rete che fin dal suo inizio si è sempre battuta per l’indipendenza dei popoli e per la loro autodeterminazione. Gli artisti nelle loro variegate forme hanno sempre contribuito a rendere la società più umana e più giusta, perché nella libertà dell’individuo si rispecchia il grado di civiltà di un’intera comunità. Quello che sta succedendo in Libia, come già successo in Iraq e in Afghanistan, è la prova che i paesi così detti civili non hanno imparato niente dalla storia e che la loro presunta civiltà si basa sull’egemonia militare e sull’ arroganza di chi detiene il potere finanziario ed economico. Gli stessi aerei che nel 1999 partivano dalle basi militari in Puglia e in Friuli Venezia Giulia per bombardare Belgrado, stanno ora decollando per portare il loro carico di morte nei cieli della Libia. Questo non possiamo permetterlo e scenderemo in piazza con la nostra convinzione e con  le nostre azioni non violente a fianco di chi vuole la pace e rifiuta la guerra senza sì e senza ma per denunciare questo ennesimo atto barbarico, che è stato impropriamente giustificato con motivi umanitari, strumentalizzando altresì la nostra Costituzione. Ebbene è proprio la nostra Costituzione che ripudia la guerra in ogni sua forma.Saremo sempre e fino in fondo al fianco di chi lotta per la libertà e per l’indipendenza, che deve però essere conquistata dal basso e non imposta dall’esterno con la forza e sotto mentite spoglie.

 

NO alla guerra
 
NO alla morte
 
 
 
Rete Artisti contro le guerre
 
 

*** *** ***

 

Artists Against War Italia
 
 
 art_200
 
CALL FOR THE ARTISTS

 

Also the Net of Artists against war has joined the campaign against the war in Lybia. It’s in the nature of the Net, which has always struggled for the independence and the freedom of the peoples everywhere. The artists in different forms have always contributed to make society more human, because it’s in the freedom of the individual that you can reconnect the emancipation of the community. What is happening in Lybia and what happened in Iraq and Afghanistan, is the prove that the so called civil countries didn’t learn from history and that their supposed civility is based on their military hegemony and on their financial and economic power. The same airplanes, which bombed Beograd in 1999, now are flying to Lybia. We cannot allow this and we will demonstrate with our conviction and with non violent actions with all people who are for peace and against war in every form to denunciate this new barbarian act, which has been justified by humanitarian motivations calling our Constitution. In fact our Constitution repudiates war in every form. We will always be with them, who are fighting for their freedom and their independence, which has to be conquered from down and cannot be imposed by force.  

 

NO WAR
 
NO DEATH
 
 
Net of Artists against war 

 



Stampa la notizia: Artists Against War: Call for the Artists
Inviato da : Lunadicarta - Venerdý, 11 Marzo 2011 - 17:36

 

 

art_200 

 

我々は、津波の犠牲者に心から哀悼の意を表明する。
日本のすべての人々のための私たちの友情

イタリアでの戦争に反対するアーティスト

 

 

Esprimiamo vivo cordoglio per le vittime dello tsunami.
La nostra amicizia per tutte le persone in Giappone

Artisti contro le guerre Italia

 



Stampa la notizia: Rete Artisti: solidarietÓ alle vittime dello tsunami in Giappone
Inviato da : edvino.ugolini - Venerdý, 11 Marzo 2011 - 17:27

 

 

art_200
 

 

 

In Libia si sta profilando una catastrofe umanitaria senza precedenti nell'area del Mediterraneo. In pochi giorni il regime di Gheddafi ha provocato la morte di centinaia di persone. Migliaia di persone sono già fuggite o stanno per farlo nei paesi vicini dell'Egitto e della Tunisia.

Anche dalle coste libiche le partenze di migliaia di profughi sono imminenti.  Mentre il Governo italiano si sta ancora interrogando su quale linea di condotta seguire, una delle peggiori catastrofi umanitarie sta prendendo corpo.
Un appello a tutte le forze che hanno a cuore la democrazia ed i diritti umani a mobilitarsi per far fronte a questa emegenza.

Edvino Ugolini
Rete Artisti contro le guerre



Stampa la notizia: Emergenza umanitaria
Inviato da : edvino.ugolini - Venerdý, 11 Marzo 2011 - 17:25

 

Una mia poesia dedicata a tutte le donne in occasione della festa della donna.

 

mimosa11 

 

D come donna...D come Dolcezza

 

La dolcezza dei tuoi occhi

fa volare la fantasia

e incontrandoci nell'azzurro

di un sogno remoto

le nostre anime si intrecciano

nell'infinito bagliore della vita...

 

Edvino Ugolini

 



Stampa la notizia: 8 marzo
 
web design
by
PointNet
Un altro progetto MAX s.o.s.
Crediti Powered by MDPro